Friscaletto

Friscaletto è il nome che prende in Sicilia un flauto di canna mediterranea di origine greca. A seconda dello spessore della canna il suo suono è più grave o acuto. Per costruirlo la canna viene tagliata prima e dopo due nodi in modo da realizzare da un lato l’imboccatura e dall’altra la chiusura. Parte dell’imboccatura viene realizzata con un legno diverso. In media la lunghezza varia da 12 a 30 centimetri e il diametro da 1 a 2 centimetri. Nella parte anteriore vengono praticati sette fori per tutta la lunghezza della canna mentre nella parte posteriore solo due; un ultimo foro per l’uscita del suono è realizzato oltre l’imboccatura. Tradizionalmente il Friscaletto è lo strumento dei pastori, che lo utilizzavano come passatempo e compagnia nei lunghi periodi di pascolo in montagna. Attualmente è entrato a far parte dello strumentario dei gruppi di musica popolare siciliana come solista, accompagnato da chitarra, fisarmonica, tamburello, marranzano e da “u bummulu” (il vaso di terracotta).

Dove trovarlo:

Pietro Cernuto

Santi Occorso
Bellinzona – Svizzera
Tel. 0041918250532 – @EMAIL@

Salvatore Ferlito – Avola (Sr)

Giancarlo Petti – costruttore hobbysta di Friscaletto siciliano e flauti di canna