Scetavajasse Stampa
Scritto da ReMinore   
Giovedì 26 Novembre 2009 16:48

SCETAVAJASSE: Il suo nome è composto dalle parole dialettali napoletane 'sceta' (sveglia) e 'vajasse' (donne sciatte o scostumate) ed è probabilmente dovuto al suono stridente, forte e gracchiante che produce. E' composto da due aste di legno, una tonda e liscia, l'altra dentellata di forma o tonda o squadrata recante dei piattini metallici. Si suona impugnando il bastone liscio per una estremità ed appoggiando l'altra estremità su una spalla e sfregandovi sopra l'altro bastone dal lato dentellato. Solitamente si accompagna a putipù, triccheballacche, tammorra e castagnette nelle tammurriate.

Nelle Marche, nella valle dell'Esino, esiste una variante denominata 'segone' nella quale il bastone appoggiato alla spalla ha la forma di un violino stilizzato.

Dove trovarlo: Nelle feste popolari del sud Italia è sempre presente sulle bancarelle di strumenti popolari insieme a triccheballacche e putipù. Vi diamo quì il riferimento ad qualche negozio online:

Officina della Tammorra

Vico San Severino, 14
80143 Napoli (Italia)
Telefono: +39 340 5627351
Info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Nella immagine sotto: scetavajasse del "Canzoniere Piceno - Popularia"

Ultimo aggiornamento Domenica 17 Febbraio 2013 17:44
 
Condividi su...