Benvenuti in ReMinore!

Benvenuti nel nuovo sito di ReMinore. Grafica e colori sono cambiati ma lo spirito del sito resta lo stesso e grazie alla nuova possibilità di gestione dei contenuti potremo arricchire ulteriormente le sezioni anche attraverso i contributi di chi vorrà partecipare alla comunità degli appassionati della musica minore. Per inviare i vostri contributi registratevi nell’area login. E iniziamo insieme il nuovo viaggio…

 

 

 

 

musica popolare, musica etnica, strumenti popolari, musica folk, etnofolk, new folk, zampogna, ciaramella, organetto, chitarra battente, ghironda, strumenti etnici, musica tradizionale, strumenti tradizionali

 

 

 

Home Da ascoltare

Link utili

Siti web sulla musica popolare
S.M.P. Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli
R.I.C.P. Rete Italiana Cultura Popolare
Blogfoolk Storie, suoni e visioni sulla strada del folk
Il Giornale della Musica Mensile di cultura e informazione musicale
Felmay Etichetta discografica, booking, vendita CD
Folkest International Folk Festival
Istituto E. De Martino Per la conoscenza critica e la presenza alternativa del mondo popolare e proletario
Discoteca di Stato Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi
Mescalina Rivista on-line di musica e cultura
Italian Folk Radio Internet radio station di musica Italiana
Materiali sonori Etichetta discografica, vendita CD
cdRoots Web store di musica etnica di tutto il mondo
Pizzicata.it Portale di musica tradizionale
Taranta Centro studi e ricerche sulla danza tradizionale in Italia
RadiciMusic CD, libri, metodi di musica etnica italiana
Suoni della terra Sito Ufficiale di Alessandro Mazziotti
Alfonso Toscano Il sito della chitarra battente
Tavola tonda Centro delle arti e delle culture
Pizzica e dintorni Musica dell'Italia centro-meridionale e Web Radio

Shinystat


Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates
Da ascoltare PDF Stampa E-mail
Scritto da ReMinore   
Giovedì 26 Novembre 2009 19:19

Filippo Gambetta - OTTOBAFFI

Che si tratti di musica strumentale brasiliana (Chocochoro), di brani strettamente legati alla tradizione della sua terra (I Liguriani), di musica che attinge alle sonorità gaeliche (An Comunn Mor), o di sue composizioni originali come quelle contenute nei suoi lavori Stria, Pria goaea e Andirivieni, Filippo Gambetta continua a stupire piacevolmente con la ricchezza dei suoi progetti musicali. Questa volta con Ottobaffi Filippo si è avventurato in una operazione potenzialmente rischiosa. Infatti proporre dei brani originali per organetto ad otto bassi dedicati alla musica da danza, avrebbe potuto celare l’insidia di cadere nella citazione accademica o nel puro esercizio di stile. Invece, grazie alle sue grandi doti compositive ed interpretative, alla sua indiscussa maestria con lo strumento, alla freschezza degli intrecci sonori, Filippo riesce a dipingere con Ottobaffi un affresco sonoro sfavillante. Tarantella, valzer, scottish, polka, bourré si inseguono nel gioco musicale che Filippo ha condiviso con 22 amici musicisti offrendoci una esperienza di ascolto appassionante.

 


Duo Bottasso - CRESCENDO

Nicolò e Simone Bottasso conoscono e sanno. Conoscono e sanno di Folk, di Jazz, di Funk... e lo dimostrano nel loro primo lavoro discografico "Crescendo". Violino e organetto, i loro rispettivi strumenti, fanno da filo conduttore in questo bel progetto che coinvolge anche altri artisti di grande spessore (Elena Ledda, Mauro Palmas, Gilson Silverio, Christian Thoma...). Ma questa loro capacità ed abilità di muoversi nelle varie espressioni musicali non risulta mai presuntuosa o eccessiva, tutti i brani sono eseguiti con estrema leggerezza e traspirano gioia, passione, divertimento, energia. Ne emerge un lavoro di ampio respiro musicale ed espressivo, con molti risvolti innovativi e di grande spessore creativo. Una bellissima nuova realtà musicale ed una sicura promessa per il futuro.

 


Riccardo Tesi - CAMERISTICO

Un nuovo esempio della capacità di Riccardo Tesi di declinare la musica dalle radici popolari del suo organetto in sempre nuove appassionanti ed affascinanti avventure musicali. Nel corso degli anni Tesi ha costruito percorsi che, a partire dalla musica popolare, hanno toccato i territori della canzone d'autore, del jazz, della world music, ha composto colonne sonore per cinema e teatro, ha condiviso tratti di strada con musicisti come Caterina Bueno, Patrick Vaillant, Marc Perrone, Elena Ledda...

Per questa nuova avventura musicale Tesi ha momentaneamente lasciato i suoi storici compagni di avventura, Maurizio Geri e Bandaitaliana, e per cercare nuove timbriche e sonorità ha scelto di sposare la voce del suo organetto con quella di strumenti tipici della dimensione sonora "da camera": pianoforte, violoncello, clarinetto.

Il risultato è un elegante, a tratti delicato, a tratti scatenato, sempre raffinato, intelligente e attento incontro musicale che valorizza con una nuova splendida veste le composizioni dell'organettista toscano.

 

Lu Trainanà - CREDENZA POPOLARE

L'essenzialità: pochi strumenti ottimamente suonati, voci autentiche, asciutte e potenti che si amalgamano perfettamente con gli strumenti popolari, arrangiamenti basati su un grande rispetto della memoria... Il tutto fondato su un grande lavoro di ricerca e di frequentazione della tradizione popolare, incontrata con grande passione, attenzione, amore ed umiltà. Attraverso i quindici brani del cd si può osservare un panorama bello e rappresentativo della storia e della cultura del territorio marchigiano.

 

Adria - PENELOPE

Abbiamo seguito il progetto Adria fin dai suoi esordi e, dopo aver assaporato le esibizioni dal vivo, possiamo finalmente gustare l'ascolto del tanto atteso CD.
E' valsa la pena pazientare ed attendere, un po' come Penelope stessa, perchè siamo stati ripagati da un disco di straordinaria intensità espressiva, creatività compositiva, talento interpretativo, ricchezza di intrecci di musiche e racconti.
L'originalità dell'ensemble esalta la struttura dei temi musicali e fa di questo disco un prezioso ricamo sospeso tra le due sponde dell'Adriatico.

Copertina Penelope

 

Canzoniere Piceno - Popularia - PER TERRA E PER MARE

Questo è un disco dagli ampi spazi. Il mare arriva da ogni luogo, emergendo come un’ emozione circolare dalle sonorità stupende di strumenti che si intrecciano con sorprendente fluidità. Bouzuki, cistern, dulcimer, ghironda, ma anche batteria , basso elettrico e percussioni dialogano con i testi struggenti che cantano di naviganti, di fatica, di leggende e di tragedie.

Felice la scelta di viaggiare sul filo del confine tra terra e mare, che non divide ma unisce, dando voce ai sentimenti così simili dei popoli che quel mare hanno per orizzonte.
Da Meu sidi Ibrahim a Ulisse, da Lu scijò a L’apparizione della testa di San Giovanni (brano, questo, scelto dal MEI per rappresentare le Marche nel CD Musica nelle Aie) si snodano le vite minime di uomini e donne, da cui però apprendiamo la profondità delle radici culturali e il grande valore delle storie tradizionali.
Bellissima, tra le altre, Bbunazze de settembre, da una poesia di Bice Piacentini.
Un viaggio da non perdere.

 

Mauro Savin Alex Danna - VIBRAZIONI D'ANCIA LIBERA

L' originale e suggestivo abbinamento di fisarmonica ed organetto diatonico, unito ad una sapiente ricerca sonora e ad arrangiamenti sobri ed efficaci, rendono questo lavoro un cd da 'meditazione'. I brani sono in parte di composizione propria ed in parte  rielaborazionii di musiche tradizionali e ci raccontano quasi sottovoce ma con grande forza evocativa una bella storia di musica popolare.

 

Raffaello Simeoni - MATER SABINA

"Mi sono rimesso in cammino. Perché questa è la storia di Mater Sabina, è la tradizione della mia terra segnata da tanti percorsi, nel cuore profondo d'Italia. Qui hanno poggiato i calzari e trascinato i piedi i ciaramellari e i pastori transumanti, i cantori in ottava rima, i cantastorie girovaghi, incrociando i suoni con la voce e le melodie delle nostre donne e con il fiato di San Francesco. Io ripasso su quelle loro orme … e vado avanti.”

 


 

BandAdriatica - MAREMOTO

Per comprendere ed apprezzare appieno il significato profondo di questo progetto musicale, prima di ascoltare il CD suggerisco di vedere il DVD allegato "Rotta per Otranto" e di salpare, viaggiare, approdare, incontrare, navigare insieme al gruppo e condividere con i musicisti "il senso del movimento geografico e culturale".

 


 

Piccola banda Ikona - MAREA CU SAREA

Noi ablar Sabir. E l'anima della lingua Sabir, l'antica lingua franca di marinai, pirati, pescatori che univa i popoli del Mediterraneo, in questo disco trasuda non solo dai testi ma anche dalle musiche, dalle vocalità, dallo strumentario, dallo spirito errante ed "esperanto" con cui Stefano Saletti ha progettato questo lavoro.


 

Daniele Sepe - KRONOMAKIA

Abbiamo avuto la fortuna di assistere per primi alla nascita di questo progetto, scaturito dall'incontro tra Daniele Sepe ed i Micrologus, durante un concerto ad Ascoli Piceno. Quella che poteva sembrare una follia utopica, si è trasformata in un incontro miracoloso di generi e stili musicali.


 

Vito De Lorenzi - NUOVE RONDE

Non è facile trovare strade sempre nuove nel frequentare i territori della contaminazione tra generi musicali. Vito De Lorenzi ci riesce con questo lavoro che mette in luce la sua bravura sia come percussionista che come arrangiatore, creando atmosfere raffinate e ricercate, senza mai cadere in eccessi ed inutili “esibizionismi”. Ottimo melange di voci, strumenti, suoni, generi tutto da ascoltare.


 

Filippo Gambetta - PRIA GOAEA

Non ci sono parole che possano rendere la magia e l'incanto che si respirano dalle note di questo disco, bisogna ascoltarlo ad occhi chiusi e lasciarsi trasportare. Con la naturalezza, la sensibilità e la personalita di grande compositore ed esecutore, Filippo Gambetta si muove nei più diversi territori stilistici creando con il suo organetto diatonico suggestioni rare.


 

Raffaello Simeoni - CONTROENTU

Conoscevamo Simeoni come competente e sensibile polistrumentista e animatore dei Novalia, con i quali è riuscito a valorizzare una tradizione sconosciuta ai più ma molto ricca e degna di attenzione, quella della terra Sabina. Con questo lavoro riesce a dare un ulteriore valore sia alla espressività della lingua sabina che alle sue radici musicali, dando loro una nuova e autonoma vita artistica.


 

Tabulè - MARIE MERCI

Dimostrazione di come si può con pochi strumenti ed una grande ricchezza artistica ed espressiva confezionare un prodotto di intenso, toccante ed emozionante fascino. Una mondo musicale sospeso tra il salento ed i balcani, esaltato dall'uso dell'organetto diatonico originale e personalissimo di Claudio Prima (seguitelo anche con gli altri progetti Bandadriatica e Adria Trio!).

 


 

Malicanti - Tarantelle e canti tradizionali delle Puglie

"Non ci siamo mai illusi, in nessun momento, di mimetizzarci con i nostri vecchi maestri contadini. Pure, a un certo punto abbiamo sognato di poterci incrociare con loro, fosse solo per un canto, per un ballo, per un concerto, sapendo che la strada per l'incontro avremmo dovuto percorrerla quasi tutta noi più giovani, e a ritroso". Un disco che trasuda atmosfere evocative della musica tradizionale più genuina e spontanea, scarna ma espressiva, ricca di sfumature e di emozioni.


 

Riccardo Tesi e Banditaliana - ACQUA FOCO E VENTO .

Pregevole lavoro di riproposizione di brani della tradizione toscana, rivisitati da Tesi e dai suoi compagni di musica di Bandaitaliana con arrangiamenti eleganti, ricchi di ricercatezze e accurate armonizzazioni, con intelligenti riletture, ma eseguiti senza mai tradire lo spirito popolare e senza snaturarne le radici, ma viaggiando dentro ad esse con occhi attenti e grande sensibilità musicale.


 

Riccardo Tesi e Bandaitaliana - LUNE

Non è un caso la presenza quì di due lavori di Riccardo Tesi, ma testimonianza di grande apprezzamento e stima per il lavoro suo e dei suoi compagni di musica. Usciti dalla full immersion nel paesaggio toscano di "Acqua Foco e Vento" il viaggio musicale di "Lune" ci porta sotto cieli continuamente differenti, dal mediterraneo al medio oriente, dalle sonorità della tradizione folk italiana a quelle della world music internazionale... e molto altro.

 

 

Lou Dalfin - L'OSTE DEL DIAU

…e il Diau è lui, Sergio Berardo, ghironda, organetto diatonico, voce, anima, corpo e irrequieto ed inesauribile motore del gruppo. Chi ha avuto la fortuna di vedere una esibizione dal vivo dei Lou Dalfin sa cosa voglio dire. Un nuovo ed entusiasmante viaggio occitano, stavolta anche in compagnia, tra gli altri, di un partner d'eccezione, Vincenzo Zitello all'arpa celtica.

 


 

Ultimo aggiornamento Sabato 14 Gennaio 2017 11:43