Benvenuti in ReMinore!

Benvenuti nel nuovo sito di ReMinore. Grafica e colori sono cambiati ma lo spirito del sito resta lo stesso e grazie alla nuova possibilità di gestione dei contenuti potremo arricchire ulteriormente le sezioni anche attraverso i contributi di chi vorrà partecipare alla comunità degli appassionati della musica minore. Per inviare i vostri contributi registratevi nell’area login. E iniziamo insieme il nuovo viaggio…

 

 

 

 

musica popolare, musica etnica, strumenti popolari, musica folk, etnofolk, new folk, zampogna, ciaramella, organetto, chitarra battente, ghironda, strumenti etnici, musica tradizionale, strumenti tradizionali

 

 

 

Home Il trallallero

Link utili

Siti web sulla musica popolare
S.M.P. Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli
R.I.C.P. Rete Italiana Cultura Popolare
Blogfoolk Storie, suoni e visioni sulla strada del folk
Il Giornale della Musica Mensile di cultura e informazione musicale
Felmay Etichetta discografica, booking, vendita CD
Folkest International Folk Festival
Istituto E. De Martino Per la conoscenza critica e la presenza alternativa del mondo popolare e proletario
Discoteca di Stato Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi
Mescalina Rivista on-line di musica e cultura
Italian Folk Radio Internet radio station di musica Italiana
Materiali sonori Etichetta discografica, vendita CD
cdRoots Web store di musica etnica di tutto il mondo
Pizzicata.it Portale di musica tradizionale
Taranta Centro studi e ricerche sulla danza tradizionale in Italia
RadiciMusic CD, libri, metodi di musica etnica italiana
Suoni della terra Sito Ufficiale di Alessandro Mazziotti
Alfonso Toscano Il sito della chitarra battente
Tavola tonda Centro delle arti e delle culture
Pizzica e dintorni Musica dell'Italia centro-meridionale e Web Radio

Shinystat


Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates
Il trallallero PDF Stampa E-mail
Scritto da ReMinore   
Domenica 15 Novembre 2009 19:36

L'arte del "trallallero"(terminologia derivata dall'onomatopea tra-la-la) va di pari passo con la storia di Genova con radici che risalgono al XI secolo e si espandono sino al XV secolo, grazie al commercio con l'Oriente e al controllo esercitato su Liguria e Corsica. Questo canto di divertimento, di origine rurale, diventerà il canto di uomini-lavoratori del porto e delle industrie metallurgiche che forniranno una ricca schiera di baritoni e bassi.

Ed è nelle taverne che dopo il lavoro il modo del trallallero fiorisce e, lungo le generazioni, si codifica uno stile vocale che si organizza intorno al tenore ("u primmu" nel dialetto genovese), al falsetto ("u segundu" oppure "cuntretu"), alla chitarra (imitazione dello strumento con una voce nasale emessa tenendo il dorso della mano contro le labbra), al baritono ("u cuntrubassu") e ai bassi. Nove canterini sono il numero d'oro per un insieme (squadra): le squadre cantano raccolte in cerchio, immerse nell'ebbrezza di un canto ricco di melismi (influenze orientali), fusi dall'intonazione, dalla sincronia, dall'autenticità.

Tutto ciò è unico nella polivocalità italiana. Una definizione storica e tecnica del trallallero non è in grado di esaurire il suo mistero, poiché il trallallero è il prodotto di un'alchimia di voci intrecciate, amalgamate secondo delle formule sulle quali i canterini e gli appassionati dibattono all'infinito.

Nello stile vocale di questo gruppo, intensamente emotivo, possiamo ritrovare modalità provenienti da tutte le regioni italiane (per es. certi "pedali" continui del canto sardo) ma anche etniche internazionali (balcaniche piuttosto che turche o georgiane) o anche il semplice canto che nelle nostre osterie si intonava intorno ad un tavolo.

"La Squadra" è una delle formazioni più navigate del canto popolare ligure. Da anni partecipa alle più importanti rassegne europee del settore etnico e tradizionale ed è giunta ormai al suo 3° CD con la casa discografica " francese "Buda Musique".

Ascolta un esempio cliccando nel player.

  Articolo tratto dal sito www.miapavia.it firmato da Furio Sollazzi

Ultimo aggiornamento Venerdì 21 Gennaio 2011 10:26